Il termine “efficienza energetica” viene usato sempre più spesso al giorno d’ oggi. Sulle etichette degli elettrodomestici, sulle pubblicità delle aziende energetiche e persino nelle promesse del governo, usano tutti questo termine, ma cosa significa veramente?

Un dispositivo acquisisce una maggiore efficienza energetica se dura di più o funziona meglio di una versione tradizionale dello stesso apparecchio, ma utilizzando la stessa quantità di energia, o anche se fornisce le stesse prestazioni della versione tradizionale, ma utilizza meno energia.

In ultima analisi, l’ efficienza energetica significa fare di più con meno: cioè ricavando il maggior potenziale utile cercando di usare quanta meno energia possibile e non lasciandola disperdere. Prendiamo ad esempio una vecchia lampadina: queste lampadine producono si luce, ma per contro sprecano un sacco di calore nel processo. Le nuove lampadine a risparmio energetico invece creano la stessa quantità di luce senza andare a sprecare calore e usando meno energia delle versioni meno recenti.

Lo stesso principio si applica a tutti i tipi di apparecchiature a risparmio energetico. Un frigorifero ad alta efficienza energetica utilizzerà meno energia rispetto ad un vecchio modello, ma conserverà ancora il tuo cibo fresco, mentre una lavatrice a basso consumo energetico renderà i tuoi vestiti profumati, freschi e puliti senza utilizzare la stessa quantità di energia di una versione più vecchia.

Il termine efficienza energetica può essere utilizzato anche in senso più ampio. Invece di concentrarsi sull’ efficienza energetica di un singolo elemento (come un elettrodomestico), possiamo parlare di efficienza energetica anche per interi edifici. Se due edifici vengono forniti con la stessa quantità di energia per generare calore, l’ edificio che può generare e mantenere la maggiore quantità di calore  (piuttosto che generarne solo un po’ e disperdere il resto) è l’ edificio più efficiente dal punto di vista energetico.

PERCHÉ È UTILE ESSERE EFFICIENTI ENERGICAMENTE?

Il consumo energetico è cresciuto in modo incredibilmente veloce negli ultimi decenni. Infatti è stato messa in pericolo la salvaguardia delle risorse naturali del pianeta, con il rischio di distruggere gli habitat vitali e di inquinare l’ aria che poi dobbiamo respirare.

L’ efficienza energetica è dunque un modo per gestire e limitare questa crescita nel consumo, proteggere gli habitat naturali, salvaguardare il pianeta ed assicurarsi che ci sia ancora energia per le generazioni future.

COSA SI INTENDE PER “CONSERVAZIONE DELL’ ENERGIA” E QUAL È LA DEFINIZIONE DEL CONSUMO DI ENERGIA?

Il consumo di energia è la quantità di energia utilizzata da un processo, un sistema od un apparecchio, ma può essere riferito anche al consumo energetico impiegato da un paese, una persona od un’ attività.

La conservazione dell’ energia invece significa semplicemente l’ utilizzo di un quantitativo minore di energia, o addirittura nulla.

PERCHÉ L’ EFFICIENZA ENERGETICA È IMPORTANTE?

L’ efficienza energetica svolge un ruolo sempre più vitale nel mondo di oggi, per tre ragioni principali:

L’ambiente
Più energia si consuma, più emissioni di carbonio vengono disperse nell’ atmosfera e più le nostre riserve di risorse naturali come petrolio, carbone e gas si esauriscono. È importante dunque ridurre la nostra dipendenza da queste fonti energetiche, e un modo per farlo è assicurarsi che tutti usino l’ energia nel modo più efficiente possibile.

L’ economia
L’ economia globale si basa pesantemente sul petrolio e sul gas, e quando queste risorse diminuiscono, il loro costo aumenta, causando squilibri finanziari in tutto il mondo e provocando una “povertà energetica” in molte aree della società.

Il tuo conto in banca!
Nessuno vuole pagare di più di quello che serve per le necessità quotidiane come il riscaldamento e l’ acqua calda, quindi è molto utile trovare un modo per aumentare la propria efficienza energetica. In questo modo si soddisfano i bisogni energetici pur pagando il meno possibile.